(IN) Netweek

CORSICO

Muore 29enne dopo volo nel Naviglio: le indagini portano a una caduta accidentale

Share

Morte accidentale. Dalle prime ricostruzioni dei militari di Corsico, la scomparsa del 29enne ucraino causata da un’ipotermia dopo essere finito nel Naviglio, all’altezza dell’Alzaia Trieste, è da ricondurre a una caduta accidentale nel canale.

Ipotermia per la caduta nel Naviglio

In arresto cardiaco, era poi andato in coma a causa dell’ipotermia, in seguito all’impatto con l’acqua gelida del Naviglio. Il giovane presentava escoriazioni e lividi dovuti al tentativo di risalire dalle acque ghiacciate del canale.

Nessuna aggressione

Non ci sono infatti, almeno a una prima ricostruzione, segni che possano far pensare a un’aggressione. Le ferite riportate dal giovane sono state provocate dai tentativi di tirarsi fuori dalle acque gelide del canale e non da una rissa, almeno secondo le prime immagini dei video delle telecamere che hanno registrato gli ultimi momenti di vita del 29enne.

La spiegazione del fratello non è convincente

Il ragazzo che era con lui, forse il fratello, non è stato ancora in grado di dare una spiegazione convincente, ma pare che i due tornassero da una festa, per celebrare il compleanno del ragazzo deceduto e quindi avevano probabilmente esagerato con l’alcool.

L’autopsia chiarirà il tutto

Sarà l’autopsia a chiarire tutti i punti ancora bui sulle indagini.

Leggi tutte le notizie su "Corsico"
Edizione digitale

Autore:dfg

Pubblicato il: 09 Marzo 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.